fbpx

Masseria De Tursi di Strongoli (KR)

Un volto, una storia.

Correva l’anno 1947 quando Luigi De Tursi fondava la Masseria De Tursi nel marchesato crotonese in una località collinare vicina al mare chiamata Murgie di Strongoli. L’azienda oggi conta 350 pecore ed è gestita dal figlio di Luigi, Giuseppe. Ad occuparsi del gregge sono Gheorghe e Petru, mentre in caseificio lavorano Pasquale, Francesco e Madalin.

Negli anni l’azienda è cresciuta molto sia in dimensioni sia in termini di qualità ambientale e dei prodotti. Infatti da 25 anni i prati della Masseria vengono curati secondo metodo biologico permettendo di ritrovare i profumi del pascolo nei formaggi (tradizionali e innovativi).

Un animale, un allevamento.

Il gregge di pecore di razza Sarda della Masseria De Tursi, vivendo in una zona dal clima mite, ha la possibilità di andare al pascolo tutto l’anno, nutrendosi quindi della notevole varietà di leguminose, graminacee e piante officinali tipiche della costa ionica crotonese.  L’alimentazione delle pecore viene inoltre integrata con fieno, orzo e favino autoprodotti in azienda. É così che il latte e quindi i formaggi di questa azienda esprimono aromi e profumi unici ed inimitabili

Un formaggio, una vita.

Formaggi tradizionali o affinati in maniera particolare, nonché ricotta di pecora: questa la proposta dell’azienda agricola De Tursi. 

Il prodotto d’eccellenza è rappresentato dal Pecorino biologico De Tursi il quale si rifà al Pecorino Crotonese della cui DOP la masseria ha tuttavia apertamente deciso di non far parte. 

Si parte da latte crudo di pecora che viene trasformato utilizzando caglio di capretto; la pasta è semicotta e la stagionatura può durare fino a 4 anni.

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.