fbpx

Blog

Fattoria Pagliuca di Alvignano (CE)

Un volto, una storia.

L’allevamento bufalino della famiglia Pagliuca nasce nel 1965 per volere di nonno Vincenzo. É suo figlio Federico a succedergli e a trasformare l’azienda in impresa vincente, grazie all’aiuto della moglie Irene. Nel 2016 infatti decidono di non vendere più a terzi, ma di trasformare direttamente il latte delle loro bufale. 

Il forte legame di unione della famiglia Pagliuca fa sì che ogni azione venga portata a termine nel modo migliore. Accanto ad Irene e Federico troviamo loro figlio Francesco che ha portato nuove idee e migliorie. Con loro lavorano Melissa, Gianni, Teresa, Summit, Varun, ma degna di menzione è soprattutto la nonna Margherita che fa sempre trovare loro un piatto caldo e una parola di conforto.

Un animale, un allevamento.

Le colline su cui sorge l’azienda, lontano da insediamenti industriali e città, danno l’ottimo fieno di cui si nutrono le 407 bufale di razza Mediterranea di Pagliuca. La loro alimentazione è integrata con farine di soia e mais, bietole secche, crusca, semi di lino.

Un formaggio, una vita.

Mozzarella di bufala DOP, trecce, mozzarella affumicata con la paglia, ricotta di bufala DOP, scamorze, stracchino, primosale, vellutato a crosta fiorita, yogurt, budini, questi i prodotti della Fattoria Pagliuca. Tra questi il protagonista è la mozzarella di bufala campana DOP, la storia di questo formaggio e di tutte le paste filate è legata alla necessità di sopperire all’assenza del frigorifero in tempi antichi. Quando non vi era la possibilità di refrigerare il latte, questo coagulava e raggiungeva alti gradi di acidità. La pasta veniva “sanificata” con acqua bollente e quindi filava.

I prodotti della Fattoria Pagliuca sono ottenuti da latte crudo, inoltre per lo stracchino, il primosale e il vellutato utilizzano coagulante vegetale, quindi consumabili anche da chi segue una dieta vegetariana.

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.